Handicap asiatico: cos’è, come si scommette e a cosa serve?

Agosto 24, 2022
Come scommettere con l'handicap asiatico

La parola “handicap” potrebbe alludere a qualcosa di diverso quando in realtà si tratta di una vera e propria tipologia di scommessa avanzata. Non a caso, se non senti di comprendere abbastanza l’argomento pronostici o almeno le sue basi, ti consiglio di leggere con attenzione questa guida.

Se invece hai già provato per conto tuo qualche giocata, allora chiedo la tua attenzione per qualche minuto perché in questo articolo andremo a parlare più nel dettaglio su che cos’è l’handicap asiatico, come si scommette e a cosa serve.

Cominciamo col capire che cos’è in concretezza e a cosa serve:

Quando si parla di handicap asiatico si parla di una scommessa di tipo avanzato. Non si tratta infatti dei classici 1×2 ma di una loro variazione.

Il valore di “handicap” indica, in sostanza, il valore di partenza della squadra favorita. La partita infatti non partirà da 0-0, ma nel tuo pronostico è come se partisse da un risultato diverso.

Prima di addentrarci nel significato concreto con qualche esempio, è bene sapere perché viene permesso questo tipo di scommessa. La risposta è più semplice di quanto sembra: alcune partite hanno una probabilità molto alta di essere indovinate con conseguente quota bassa. Sarà quindi molto difficile che lo scommettitore le giocherà perché la sua vincita ripagherebbe solo la puntata e il guadagno sarebbe quasi nullo.

Quando i bookmaker si sono trovati nella situazione in cui alcune partite dei campionati europei e soprattutto Asiatici erano molto prevedibili, hanno dovuto aggiungere questa funzionalità per far tornare gli scommettitori a puntare verso match di notevole importanza.
In pratica chi scommette con handicap asiatico, scommette su un segno la cui quota si aggira intorno al valore 2,00.

Un’altro scopo, collegato a ciò che ti ho appena detto, è eliminare il pareggio. Così facendo hai più possibilità di azzeccare il pronostico e portarti a casa il risultato.

Ma quindi: come funzionano esattamente le scommesse con handicap asiatico?

Non perdiamoci in chiacchiere e cominciamo subito:

Come funzionano le scommesse con handicap asiatico?

Facciamo un piccolo riepilogo di che cosa abbiamo detto sul vero significato di “handicap” nella sezione precedente. Col valore di handicap andiamo ad assegnare un punteggio di partenza diverso dal classico 0-0 come da regolamento.

Ovviamente, questa cosa non accade nella realtà, ma serve a fare un pronostico più avanzato per aumentare la quota e poter vincere di più. Ricordati infatti che la regola principale delle quotazioni è che più è alta la quota, minore sarà la probabilità che quel risultato esca secondo i quotisti.

Ma torniamo al punteggio di partenza e vediamo un esempio concreto per spiegare bene come funzionano le scommesse con handicap asiatico:

Poniamo il caso che questa sera ci sia Inter vs Salernitana.

La probabilità che vinca l’Inter è alquanto alta, e di conseguenza la quota del pronostico “1” sarà molto bassa. Questo perché l’Inter è statisticamente più forte e ha giocatori fisicamente più portati anche alla Champions League.

Essendo la quota molto bassa, puoi decidere di sfruttare l’handicap e assegnare un valore negativo al risultato d’inizio e portare l’Inter a -2. In questo modo, il tuo pronostico si baserà su un match che, in modo fittizio, inizierà così: Inter -2 : Salernitana 0 e non il classico Inter
0 : Salernitana 0. Quindi l’Inter, per vincere la scommessa, dovrebbe segnare 3 goal e arrivare al risultato di 1-0.

Puoi decidere di giocare anche handicap negativo di -1, -2, -3 ecc.. o anche handicap positivo per la squadra sfavorita. La Salernitana, nel caso in cui tu decidessi di partire con un handicap positivo di +1, inizierebbe la gara (sempre in modo fittizio) con un risultato di Inter 0 : Salernitana 1. L’Inter per vincere avrebbe bisogno di fare almeno 2 goal.

Handicap asiatico: linee a metà e linee a un quarto

E non è finita qui, ti dovo avvisare che esistono alcune varianti che puoi applicare fin da subito.

Come avrai ben capito, il valore che puoi “aggiungere” o “sottrarre” alle squadre è un numero intero. E se invece si potessero dare degli handicap a metà o a un quarto?

Stiamo parlando proprio delle linee a metà e delle linee a un quarto. Andiamo a fare un esempio per ogni variante e capiamo bene come funzionano:

Partiamo dalle linee a metà: si tratta di una scommessa handicap a cui puoi dare mezzo punto in più o in meno rispetto alla linea intera e far partire la squadra selezionata con uno svantaggio o un vantaggio a seconda della scelta.

Prendiamo in esame un esempio diverso: Juventus vs Atalanta. Piazzando una puntata handicap positiva sulla squadra bergamasca di 0,5 o 1,5 la farai partire con mezzo punto di vantaggio o 1,5 punti di vantaggio. E qual è il senso di farlo partire con mezzo punto in più se i punteggi nel calcio sono interi?

Al contrario dell’handicap asiatico intero, utilizzando questa tecnica di pronostico hai una possibilità maggiore di indovinare la scommessa. Se piazzi 0,5 sull’Atalanta, basterà che quest’ultima faccia un pareggio o una vittoria per assicurarti la vincita. In pratica, 2 possibilità su 3.

Riguardo invece le linee a un quarto, il caso è simile. Al posto di avere un handicap a metà (0,5 – 1,5 – 2,5 – ecc..) avrai un handicap a quarti (0,25 – 0,75 – 1,25 – 1,75 – ecc…). Riprendiamo il caso di Juventus vs Fiorentina per capire meglio come adattare le situazioni:

Se piazzi un -0,25 alla squadra toscana, essa comincerà la partita con un handicap 0,25 gol di svantaggio. Ottieni la vittoria della scommessa solo se la squadra in cui hai puntato vince; nel caso di pareggio ti verrà rimborsato metà dell’investimento e in caso di sconfitta perdi la scommessa.

Se, invece, piazzi un -0,75 sempre sulla Fiorentina, essa partirà con -0,75 gol di svantaggio. A rigor di logica, se vince con 1 gol di scarto metà puntata viene rimborsata e metà risulta vincente. Se vince con 2 gol di scarto, allora avrai azzeccato il pronostico. Perde o pareggia? Purtroppo in questi casi perdi anche la scommessa.

Conclusioni

In conclusione, oggi hai scoperto l’handicap asiatico e tutte le sue sfaccettature. Riassumendo, si tratta di una particolare tipologia di scommesso che prende la squadra su cui hai puntato e la fa partire con un punteggio inferiore o superiore in base al segno di handicap.

Ti consiglio di fare qualche piccolo test prima di capire con facilità il suo funzionamento, ma seguendo passo passo gli esempi che ti ho fornito puoi tranquillamente cominciare i primi test fin da subito.

Non dimenticare che le scommesse fanno parte dei giochi d’azzardo, quindi è meglio pensare prima di agire e giocare in modo responsabile.

Amato Sabatini
Mi chiamo Sabatini Amato vivo a Spoleto, mi occupo di sistemistica avanzata nell’ambito delle scommesse sportive e sono trader sportivo da quasi 20 anni. Ho iniziato ad occuparmi di sistemistica circa 40 anni fa poi con l’avvento delle scommesse sportive ho perfezionato ed inventato tecniche di gioco. Ho creato algoritmi di riduzioni su sistemi che hanno prodotto primati di riduzione mondiali ancora oggi imbattuti. Con l’avvento del betting exchange ho creato tecniche che aumentano notevolmente le possibilità di guadagnare con le scommesse sportive. Ho creato software per raggiungere l’obbiettivo del guadagno come MSG-BET VINCI SEMPRE e strumenti per ricercare i migliori pronostici come SBANCOBET. Da anni ho deciso di mettere a disposizione la mia conoscenza, la mia esperienza per dare la possibilità a chi lo volesse, di avere grandi opportunità di guadagno dal betting. Ho aiutato moltissime persone dando loro l’opportunità di generare grandi guadagni dalle scommesse sportive.
  • Home
  • Blog
  • Segni
  • Handicap asiatico: cos’è, come si scommette e a cosa serve?